top of page
  • Immagine del redattoreIlaria Galliano

 Il primo distacco




Uno dei momenti più significativi nella vita di un bambin* è la separazione dalla figura di riferimento.


Il distacco avviene a livello fisico ed emotivo. La persona, con cui trascorre la maggior parte del tempo, durante la sua giornata, si dovrà separare da lui per diverse ore.


Tipicamente, questa esperienza avviene per la prima volta quando la mamma, deve tornare a lavoro o perché, per diversi impegni deve affidare il proprio bimb* a qualcun altro.

E' difficile decidere la struttura o la persona a cui affidare il proprio bambin* e accade che si veda la possibilità di frequentare il nido, solo nel caso in cui si lavora o non si ha la possibilità di rimanere a casa con loro.


Il nido è il luogo ideale per vivere il primo distacco, in tutta serenità e poter vivere esperienze diverse dall'ambiente familiare. Genitori e bambin* sono supportati da professionisti, come gli educator*, che si concentrano sull'accoglienza dei bambini e delle loro famiglie, affrontando, guidando e accompagnando insieme, questo percorso.


Man mano che i bambini crescono, il distacco diventa parte necessaria e integrante del loro viaggio. Per questo motivo è importante che avvenga nel modo più sereno e rispettando i tempi emotivi dei nostri bimb*.


L'arrivo di quel momento porta con sé, una moltitudine di pensieri, che inondano la mente dei genitori, come ad esempio:

"Starà bene senza di me";

"Come si sentirà?" e "Li mancherò?".


I genitori attraversano un vortice di emozioni quando si separano dai propri figl*. È sicuramente normale, avere paura all'inizio. Il bambin* rimarrà con qualcuno che non conoscono ed è a loro estraneo. Il genitore compie così, un atto di fiducia nell'affidare il proprio bimb*.


Le relazioni socio-affettive che si costruiscono frequentando il nido, consentiranno attraverso un periodo di ambientamento, di costruire un rapporto stabile, trasparente e confidenziale con l'educatric*, che si prenderà cura del bambin*. Condividendo e affrontando insieme il primo distacco.


In questo modo, offriamo l'opportunità al bimb* di conoscere l'ambiente che gradualmente diverrà sempre più familiare, mentre noi mostriamo positività e curiosità verso il nido e la sezione in cui il bambin* socializzerà, si divertirà e imparerà.


I bambin* che hanno l'opportunità di frequentare il nido vivranno con maggiore serenità e sicurezza l'inizio della scuola dell'infanzia.


Come affrontare il distacco?


Assistere e ascoltare un bambino che piange al distacco può evocare emozioni intense, in particolare, quando la nostra responsabilità in quella circostanza è quella di salutarlo dolcemente , ma con decisione, lasciandolo in un tenero abbraccio che non è il nostro.


Il distacco le prime volte, non è mai facile, ma ciò che trasmettiamo attraverso le parole, il nostro sguardo e i movimenti del nostro corpo è fondamentale, e questo farà la differenza. Prepariamoci insieme ai nostri figli a questo momento, parliamone e immaginiamo la situazione. Comunichiamo con loro anche se sono molto piccoli; sarà il suono della nostra voce, delle nostre parole, e il tono rassicurante e amorevole che permetteranno al bambin* di affrontare la situazione con carisma e interesse, trovando con il tempo la propria dimensione.

Sarà la scoperta di nuove possibilità di essere, accompagnata dal nostro supporto e da i professionisti a cui ci rivolgiamo, che consentirà al bimb* di capire che quel distacco non durerà per sempre, ma sarà solo per qualche ora e che noi torneremo presto da loro.


Come prepararsi al distacco?


Noi adulti possiamo provare a regolare le nostre emozioni, per lasciar spazio ai nostri bimb* di poterle esprimere. Noi saremo lì a supportare questo percorso di crescita e sviluppo. Raccontiamo ai nostri figl* cosa succederà, cosa potrebbero fare e vivere. Immaginiamo le diverse situazioni positive di cui potrebbero fare esperienza e la possibilità di avere una nuova routine, fino al nostro ritorno. Ricordiamoli che ci saluteremo, ma torneremo presto da loro.


Essere sinceri è importante, in modo che, il bambin* sia preparato al nostro saluto e che sappia in linea di massima che il luogo e le persone che gli staranno vicine lo accompagneranno con cura e amore in questa nuova avventura, fino al nostro atteso ritorno.


Se ti è piaciuto leggere questo articolo, lascia un commento e segui il nostro blog per saperne di più!






20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page