top of page
  • Immagine del redattoreIlaria Cadoni

É ora della nanna!



Bimb* e nanna, il momento delle coccole e del riposo.


Ma è sempre così?...


Quante volte capita che i bimb* non vogliono andare a letto o piangono appena sentono parlare di nanna?

La nanna è un momento speciale e delicato. Il bimb* chiude gli occhi e non ha più davanti a sé la person* più cara. È un po’ come un distacco, salutarsi per poi rincontrarsi, anche se noi, siamo lì vicino a loro. Questo i bimb* però non lo capiscono ancora, siamo noi che con il tempo, tanta pazienza, glielo insegniamo e dimostriamo, attraverso la nostra presenza.


Come possiamo addormentare i bimb*?

È importante instaurare una routine prima di addormentarsi?


Il bambin* deve conoscere e riconoscere il momento in cui si deve andare a letto. Questo è possibile solo instaurando una routine della nanna, piccole azioni, gesti e parole che si ripropongono nel tempo per identificare questa circostanza.


Ecco! alcuni consigli pratici:


  • Avvisiamo i bimb* che è ora della nanna;

  • Prepariamoci insieme per metterli a letto.

Un ottimo metodo per rilassare i bimb* e fare un bel bagnetto, parlando con loro attraverso toni dolci e pacati, possiamo raccontare la nostra giornata e ascoltare le loro risposte in parole e suoni. Mettiamo il pigiamino e andiamo nella cameretta;

  • Facciamo rilassare il bimb* sul lettino e proponiamo di leggere una storia insieme, accoccolati vicini in un tenero abbraccio o tenendoci per mano;

  • Spieghiamo ai bimb* cosa succederà e che se avranno bisogno di noi saremo lì per loro. Possiamo proporre di dormire con il pupazzo preferito o lasciare vicino un indumento con il nostro profumo. Auguriamoli la buonanotte e lasciamoli riposare.


Una routine stabile, uguale e ripetuta nel tempo permette al bambin* di acquisire fiducia, serenità e consapevolezza nella fase dell'addormentamento. Un bimb* che sa, cosa succederà, nei diversi passaggi che proponiamo, sarà più sicuro e invogliato a seguire i diversi step, talvolta anche anticipandoli.


Come fare quando il bambin* si risveglia?


Inizialmente, è importante essere attenti e presenti nei diversi risvegli del bimb*. La nostra presenza al suo richiamo è fondamentale per trasmetterli serenità, ma soprattutto permetterli di capire che noi ci siamo, anche se non siamo davanti a loro. Dedichiamo tempo ai bimb*, consolandoli e rassicurandoli, per continuare a dormire con tranquillità. Un elemento che caratterizza i primi anni di vita dei bimb*, è di fondamentale importanza per gestire al meglio la nanna, è che i bimb* non sono ancora in grado di riaddormentarsi da soli. Infatti, hanno bisogno di sentire quella carezza, accompagnata da una voce rassicurante e calda che li faccia sentire protetti e al sicuro.


Quanto è importante per i bimb* riconoscere l’ambiente in cui si fa la nanna?


Immaginiamo di chiudere gli occhi e quando li riapriamo non capiamo e riconosciamo dove siamo. Voi sareste spaventati?


È importante creare un ambiente per il bambin* che sia accogliente e curato. La cameretta, deve essere vissuta dai nostri bimb* attraverso le esperienze di gioco, il trascorrere insieme alcune situazioni della nostra routine, in modo da rendere l'ambiente familiare e confortevole.

La stanza in cui si dorme quindi, deve essere ricca di ricordi ed esperienze, legate a istanti di vita, situazioni di gioco, riposo e coccole.

Un bimbo deve imparare a dormire e solo con il tempo raggiungerà l'autonomia nell'addormentamento. Ora non ci resta che accompagnare i nostri bimb* nei sogni più dolci.


Se ti è piaciuto leggere questo articolo, lascia un commento e segui il nostro blog per saperne di più!

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page